OGGI domenica 30 settembre saint Victor saint Jerome

OGGI domenica 30 settembre saint Victor saint Jerome
Il Santo del giorno, 30 Settembre: S. Girolamo, traduttore della Bibbia
Il 30 settembre il mondo cristiano e la Chiesa Cattolica ricordano limportante ed ancora oggi assai nota figura di San Girolamo. Questa Santo è considerato giustamente come uno dei Padri della Chiesa: questo dipende da diversi fattori, tra cui vi è anche quello di aver dato vita alla più diffusa tradizione della Bibbia dal greco al latino in epoca medioevale. Per quanto riguarda le notizie relative alla sua vita, va detto che le fonti storiche sono in diversi tratti lacunose: basti pensare al fatto che la sua nascita viene solitamente indicata nel 347 d.C, ma che non si hanno certezze sul luogo. Secondo la maggior parte degli esperti il luogo di nascita di San Girolamo deve comunque ritenersi la Dalmazia. San Girolamo viene descritto dalle fonte come persona dal carattere non facile e spesso preda dellira, motivo per cui si trova spesso a chiedere perdono al cospetto di Dio. Fin dalla giovinezza San Girolamo dimostra grande interesse per le Sacre Scritture. Ben presto non gli basta più studiarle e prende una decisione fondamentale per il proseguo della sua vita, ovvero quello di trascorrere una quotidianità fatta di meditazione e penitenza.

Il luogo da lui scelto per dare concretezza a tale proposito è il deserto della Calcide. Qui, stando sempre alle fonti, avviene lincontro con un leone, che dopo essere stato salvato da San Girolamo, rimane con lui durante tutto il periodo della sua permanenza nel deserto, ovvero per due anni. Trascorso questo periodo, San Girolamo torna ad una vita meno ritirata e dopo essere divenuto presbitero decide di recarsi a Costantinopoli per perfezionare lo studio del greco antico. Successivamente diviene una delle voci più ascoltate da Damaso I, ma nonostante la vicinanza con il Papa, entra in serrato conflitto con i vertici della Chiesa. Il motivo è il suo continuo scagliarsi contro il malcostume dellepoca. Alla fine decide di abbandonare Roma e di recarsi a Betlemme: qui fonda due monasteri. Siamo nel 385 e la sua vita trascorrerà tra la preghiera e la traduzione della Bibbia fino al 420. Stando alle fonti è questo lanno in cui la sua esistenza terrena giunge al termine.

Oggi San Girolamo è ricordato per il lavoro certosino di traduzione e commento delle Sacre Scritture, anche se in realtà è stata personalità assai nota anche per le sue posizioni dogmatiche e per la sua vita sobria e di penitenza. Proprio per questa sua incessante attività di studio e traduzione delle Sacre Scritture, San Girolamo è considerato il protettore degli studenti e più nello specifico di tutti coloro che lavorano in ambito quali biblioteche e traduzioni. Va detto che non è patrono di nessuna città italiana od estera. Nonostante questo è considerato giustamente tra i Padri della Chiesa e limportanza della sua figura nella storia del cristianesimo è confermata tra le altre cose dal fatto che sono diversi gli ordini ecclesiastici e le congregazioni nate ispirandosi al suo modo di intendere il rapporto con Dio e la vita terrena. In questo senso va ricordato lOrdine di San Gerolamo.

La Confraternita di San Girolamo e della SS.Trinità celebra la festa del suo santo patrono Girolamo il giorno 30 settembre. E lo fa con due appuntamenti: oggi alle ore 21 presso il locale del “Circolo Cittadino A. Floridi” di via Dante 18, incontro con Suor Maria Gloria Riva su “San Girolamo nelle opere di Cesare Pronti” e domani alle ore 10 santa messa presso l’Oratorio di San Giovannino, celebrata da don Carlo Rusconi.

Oggi e domani i festeggiamenti per San Girolamo

Anche se San Girolamo è ovviamente la figura più importante che viene celebrata ogni anno dalla Chiesa Cattolica nella giornata del 30 settembre, va detto che non è lunico santo che si ricorda in questo frangente temporale. Tra coloro che sono stati assunti al rango di santi della Chiesa Cattolica fino ad oggi, si possono ad esempio ricordare SantAntonino di Piacenza, San Francesco Borgia e Santa Sofia, i quali sono celebrati appunto nella stessa giornata dedicata a San Girolamo. Tra coloro che invece sono stati fino ad oggi dichiarati beati e la cui figura è ricordata sempre nella giornata del 30 settembre, si possono rammentare a titolo esemplificativo il sacerdote Federico Albert e la badessa Felicia Meda.

Questa sera alle ore 21 presso il “Circolo Cittadino A. Floridi” di via Dante 18, incontro con Suor Maria Gloria Riva su “San Girolamo nelle opere di Cesare Pronti” e domani alle ore 10 santa messa presso l’Oratorio di San Giovannino, celebrata da don Carlo Rusconi.

Santuario di Maria Immacolata in Aosta – ritrovo presso lIstituto Don Bosco ore 15.00 Chiusura dei pellegrinaggi mariani giubilari estivi

Fece studi enciclopedici ma, portato allascetismo, si ritirò nel deserto presso Antiochia, vivendo in penitenza. Divenuto sacerdote a patto di conservare la propria indipendenza come monaco, iniziò unintensa attività letteraria. A Roma collaborò con papa Damaso, e, alla sua morte, tornò a Gerusalemme dove partecipò a numerose controversie per la fede, fondando poco lontano dalla Chiesa della Natività, il monastero in cui morì. Di carattere focoso, soprattutto nei suoi scritti, non fu un mistico e provocò consensi o polemiche, fustigando vizi e ipocrisie. Scrittore infaticabile, grande erudito e ottimo traduttore, a lui si deve la Volgata in latino della Bibbia, a cui aggiunse dei commenti, ancora oggi importanti come quelli sui libri dei Profeti.

Domani domenica 30 settembre saint Victor saint Jerome

Lunedì 1° – venerdì 5 ottobre Pellegrinaggio diocesano in Polonia "Sui passi di San Giovanni Paolo II"

Aosta, Cinéma Théàtre de la Ville – ore 20.45 Partecipazione al 1° incontro di Fede&Scienza Don Raffele Maiolini, "Educazione, un dialogo tra famiglia e scuola

Lunedì 8 ottobre Seminario Maggiore – ore 17.00 S. Messa e riunione della Consulta delle Aggregazioni Laicali

Santuario di Maria Immacolata in Aosta – ritrovo presso lIstituto Don Bosco ore 15.00 Chiusura dei pellegrinaggi mariani giubilari estivi

Venerdì 12 ottobre Saint-Oyen, Monastero Regina Pacis – ore 11.00 S. Messa per il 16° Anniversario di Fondazione

Oggi 30 settembre si celebra San Girolamo, uno dei più grandi Padri della Chiesa Occidentale (insieme a S.Ambrogio e S.Agostino suoi contemporanei) tradusse in latino gran parte dell’Antico Testamento e della Bibbia.

Lunedì 15 ottobre Quart, Monastero Mater Ecclesiæ – ore 18.30 S. Messa nella Festa di Santa Teresa dAvila

Aosta, Cinéma Théàtre de la Ville – ore 20.45 Partecipazione al 1° incontro di Fede&Scienza Don Raffele Maiolini, "Educazione, un dialogo tra famiglia e scuola

Alla morte del Papa, Girolamo era il più probabile successore ma la sua candidatura cadde per via di un decesso avvenuto nel suo gruppo di donne causato dalla troppa rigidità e dai numerosi digiuni.

Fece studi enciclopedici ma, portato allascetismo, si ritirò nel deserto presso Antiochia, vivendo in penitenza. Divenuto sacerdote a patto di conservare la propria indipendenza come monaco, iniziò unintensa attività letteraria. A Roma collaborò con papa Damaso, e, alla sua morte, tornò a Gerusalemme dove partecipò a numerose controversie per la fede, fondando poco lontano dalla Chiesa della Natività, il monastero in cui morì. Di carattere focoso, soprattutto nei suoi scritti, non fu un mistico e provocò consensi o polemiche, fustigando vizi e ipocrisie. Scrittore infaticabile, grande erudito e ottimo traduttore, a lui si deve la Volgata in latino della Bibbia, a cui aggiunse dei commenti, ancora oggi importanti come quelli sui libri dei Profeti.

In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i demonî nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri. Ma Gesù disse: Non glielo proibite, perché non cè nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. Chi non è contro di noi è per noi. Chiunque vi darà da bere un bicchiere dacqua nel mio nome perché siete di Cristo, vi dico in verità che non perderà la sua ricompensa. Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare. Se la tua mano ti scandalizza, tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare nella Geenna, nel fuoco inestinguibile. Se il tuo piede ti scandalizza, taglialo: è meglio per te entrare nella vita zoppo, che esser gettato con due piedi nella Geenna. Se il tuo occhio ti scandalizza, cavalo: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, che essere gettato con due occhi nella Geenna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue.